-13%

Primitivo Aglianico Puglia IGP – L’Archetipo

16,90

Il Primitivo Aglianico de l’Archetipo è un esempio perfetto di come il Terroir debba essere la priorità del vignaiolo, prima delle vendite e senza compromessi. Le uve dei diversi vitigni seguono un percorso parallelo, per poi convergere al momento dell’affinamento. Pieno, avvolgente e bilanciato, dal naso al gusto il Primitivo Aglianico rimane coerente, con sentori di frutti rossi seguiti subito da aromi legnosi ed erbacei, con tannini di grande finezza. Dal finale morbido e inebriante, invita ad un altro sorso. Insomma, un compagno di bevute per un’occasione degna di nota, oppure per accompagnare piatti di cucina internazionale o della tradizione.

Availability: Disponibile COD: ARC-2021-4 Categorie: , Tag: , , , , , , ,
Visualizza carrello

Descrizione

Produttore – L’Archetipo

Tipologia – Rosso                Gradazione 14.5%    

Annata – 2015

Vitigno – Primitivo 50%, Aglianico 50%

Denominazione – IGP Puglia Primitivo Aglianico

Classificazione – Vino Biologico, Agricoltura “Sinergica”, Triple “A” ?

Dati Tecnici – Coltivazione a Controspalliera “Libera”, Vinificazione Separata, Affinamento in acciaio 24 mesi, poi botte grande per 18 mesi, infine bottiglia per almeno 6 mesi.

Brand

L'Archetipo

Agricoltori, Artigiani, Artisti: L'Archetipo. L'Archetipo, situata a Castellaneta, è tra le più affascinanti realtà artigianali dell’enologia pugliese. La cantina è a conduzione familiare e la proprietà è stata ereditata nel 2010 dal figlio, Valentino Dibenedetto. Già negli anni ’80 Valentino, forte dei suoi studi in agronomia, decide di convertire la viticoltura al biologico. Pochi anni più tardi rimane affascinato dalle idee di Stainer sull’agricoltura biodinamica, al punto da trasformale nei perni della filosofia produttiva dei 5 anni successivi. Al termine di questi, il proprietario si lascia influenzare dal pensiero sulle forze sinergiche della natura di Fukoaka. La comprensione di questa ideologia cambia radicalmente il suo modo di concepire la viticoltura. Vieta ogni forma di intervento umano al fine di garantire un ecosistema in grado di autorigenerarsi e ricreare quello di cui la pianta ha veramente bisogno: l’humus. L’attuale cantina è costruita in tufo, una roccia magmatica, ed è circondata da 23 ettari coltivati con varietà locali tra cui: Aglianico, Fiano Minutolo, Primitivo, Negroamaro e Greco Bianco. La parola Archetipo non è stata scelta casualmente, ma raffigura l’idea di ritorno allo stadio primordiale, alle forme naturali. Valentino lo racconta così: “Tornare agli archetipi, ossia alla naturale forma di un qualcosa, è l’unica via percorribile in ogni aspetto della nostra esistenza”. L'origine è il punto cardine del discorso, alla quale si riconducono le sinergie della natura, alla base dello crescita e dello sviluppo di ogni pianta. Se in vigna è eliminata ogni chimica di sintesi, anche in cantina si procede allo stesso modo. La fermentazione alcolica è spontanea, attivata da lieviti indigeni, e il vino non viene stabilizzato, filtrato e neanche chiarificato. I vini sono schietti, puri e sinceri, raccontano della terra pugliese e dell’equilibrio sinergico dell’ecosistema. Di vini come questi, ce ne sono davvero pochi nel panorama nazionale: basti pensare all'adozione della dicitura Triple "A", ormai un emblema dell'élite enologica Italiana senza compromessi che punta solo all'eccellenza.

Informazioni aggiuntive

Peso 1.3 kg

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Primitivo Aglianico Puglia IGP – L’Archetipo”